Nell’ottica di favorire l’ecommerce e aumentare le vendite all’estero, Regione Lombardia e Camere di commercio lombarde promuovono il Bando e-commerce 2020.

E-commerce, ora più che mai

La scelta di sbarcare con la propria attività su internet, con l’obiettivo di massimizzare il fatturato, aprirsi a nuovi mercati e intercettare sempre più clienti, è di per sé corretta e interessante per lo sviluppo del business aziendale. Soprattutto nel momento storico che stiamo vivendo, caratterizzato dall’emergenza sanitaria da Covid-19, che sta mostrando tutto il potenziale di un settore digitale in continua e inesorabile espansione come quello dell’e-commerce.

Durante i mesi di lockdown, infatti, la scelta (che già in parte si era consolidata) di effettuare qualsiasi acquisto tramite web – anche quello di beni primari – si è trasformata definitivamente in una quotidiana abitudine. Per via della limitazione negli spostamenti – con la chiusura dei negozi fisici – è stata individuata nelle piattaforme di e-commerce la via privilegiata da percorrere per uscire dall’impasse e soddisfare diversi bisogni. Anche chi in precedenza non aveva mai sperimentato questa metodologia di shopping si è trovato a utilizzare i portali di vendita online, apprezzandoli per l’efficienza, la completezza e la celerità. Si è andata così sempre più delineando una normalità (inizialmente) alternativa, diversa rispetto alla ‘tradizionale’ vendita al dettaglio.

Le opportunità di crescita e l’importanza di intercettare canali stranieri

Il mondo dell’imprenditoria, per sua essenza, è sempre proiettato in avanti e punta ad andare alla scoperta di nuove nicchie di mercato. Ecco perché questo può essere il momento giusto per aprirsi con il proprio e-commerce all’estero, senza rimanere ancorati al mercato domestico.

Per favorire un simile step la Regione Lombardia, assieme alle Camere di commercio lombarde, promuove la partecipazione al ‘Bando e-commerce 2020’. Soprattutto perché, vista la sostanziale limitazione della partecipazione fisica alle manifestazioni fieristiche, diventa necessario individuare canali alternativi per assicurare sbocchi commerciali interessanti. Per approfondire gli aspetti relativi a questa occasione di sviluppo si potrà consultare il link ufficiale al bando: https://www.assolombarda.it/servizi/incentivi-e-finanziamenti-agevolati/documenti/bando-e-commerce-2020.

Bando e-commerce (B2B e B2C)

Rivolgendosi al team di Aleide Web Agency si potranno ottenere tutte le informazioni necessarie a completare i vari passaggi richiesti, come per esempio il supporto nell’organizzazione dei documenti da fornire. Questo bando punta a offrire sostegno a quelle MPMI lombarde (acronimo che racchiude microimprese, piccole e medie imprese) che intendano sviluppare e consolidare la loro posizione nei mercati tramite l’e-commerce.

Viene infatti favorito e incentivato l’accesso a piattaforme cross border (B2B, B2C) e/o sistemi di e-commerce proprietari (siti, app mobile). Tra le spese ammesse al contributo ci sono, per esempio:

  • sostegno al posizionamento sui canali commerciali prescelti verso i mercati esteri;
  • analisi di fattibilità del progetto, con particolare riferimento alle esigenze di adeguamento amministrativo, organizzativo, formativo, logistico, di acquisizione di strumenti e servizi;
  • campagna digital marketing ed attività di promozione sui canali digitali;
  • acquisizione e utilizzo di forme di smart payment.

La scadenza per la presentazione delle domande – solo per via telematica e con firma digitale tramite il portale webtelemaco.infocamere.it – è l’11 settembre 2020.

Le regole per vendere all’estero con il proprio sito e-commerce

Riuscire a vendere nei mercati esteri attraverso la propria piattaforma di e-commerce aziendale non è semplice come potrebbe sembrare a un primo impatto. Tradurre le pagine in inglese, insomma, non è certo sufficiente. Lo sbarco nei mercati stranieri richiede la progettazione ad hoc del portale e-commerce, da strutturare al meglio con il supporto di una web agency come Aleide.

I vantaggi di puntare sull’e-commerce sono tanti: c’è la concreta possibilità di aprirsi a sempre nuovi sbocchi lavorativi. Grazie al commercio elettronico si possono effettuare molte vendite senza i ‘vincoli’ di spazio tipici di un negozio. Le potenzialità sono praticamente infinite, proprio per l’assenza assoluta di confini. Occorre ovviamente fare una serie di investimenti in fatto di ottimizzazione del sito e relativa promozione, specie se come detto il portale ha l’ambizione di divenire popolare e ‘trafficato’ anche sui mercati esteri.

Tra gli elementi dei quali si dovrà sempre tenere conto per compiere un simile passo ci sono:

  1. la conoscenza dei motori di ricerca popolari nella Nazione di riferimento;
  2. la necessità di padroneggiare terminologie corrette e comprensibili;
  3. l’apertura di pagine social nelle piattaforma popolari in quel Paese;
  4. conoscere la situazione politica locale per evitare difficoltà burocratiche;
  5. considerare i metodi di pagamento diffusi in questo o quel mercato, magari non utilizzati in Italia.

Contattaci per maggiori informazioni