Per vendere i tuoi prodotti online a volte basta… scrivere! Il content marketing è una strategia di promozione sempre attuale ed efficace, apprezzata dai clienti e utile non solo per incrementare le vendite, ma anche per far conoscere il tuo brand.

Investire in un blog per il tuo e-commerce conviene?

Un e-commerce è solitamente concepito come un sito “operativo”, ovvero un catalogo multimediale di prodotti da acquistare. Al fine di privilegiare l’usabilità, lo store on-line può apparire asettico e povero di testo. La soluzione? Attraverso un blog a corredo del tuo e-commerce potrai veicolare i valori dell’azienda e attirare l’attenzione dei possibili acquirenti. Non solo: post interessanti, ben scritti e articolati ti aiuteranno a farti trovare sui motori di ricerca senza ricorrere a campagne di advertising. Se, infatti, è inutile avere un negozio fisico nascosto agli occhi dei passanti, allo stesso modo non serve sviluppare un e-commerce se poi rimane invisibile tra gli sconfinati risultati del web. Ovviamente, affinché un blog sortisca il proprio effetto e si riveli effettivamente utile alle vendite, deve essere interessante e possibilmente scritto da un professionista secondo le logiche SEO per l’ottimizzazione Google.

Guida al blog aziendale di successo

Seguire l’ispirazione non basta! Il blog aziendale non è un’opera letteraria poetica, bensì un contenuto con un obiettivo specifico: vendere! Per attirare l’attenzione e conquistare la fiducia dei potenziali clienti ogni post deve quindi essere interessante, ricco e in grado di intercettare le ricerche del web. Memorizza questo elenco prima di sederti alla tastiera e il content marketing non avrà più segreti.

  1. Conosci il tuo target di riferimento: per poter identificare gli argomenti interessanti per i tuoi utenti devi prima di tutto comprenderne le esigenze.
  2. Pianifica! Redigi un piano editoriale sostenibile, che tenga conto anche della stagionalità dei temi trattati, e rispettalo diligentemente.
  3. Utilizza un tono adeguato. Se un approccio diretto al lettore è consigliato, ovviamente il linguaggio b2b sarà più formale rispetto a quello b2c.
  4. Occhio al SEO! Testo lungo, utilizzo di parole chiave efficaci, titolazione ben gerarchizzata e link ti aiuteranno a sconfiggere la concorrenza sui risultati di ricerca.
  5. Inserisci una call to action: cosa vuoi che faccia il tuo lettore dopo aver scorso l’articolo? Dillo con una frase ad effetto, proprio come quella scritta sotto!

Vendi grazie al content marketing: chiamaci e pianifichiamo insieme il tuo blog aziendale!