Sbarcare online con la propria attività imprenditoriale è ormai divenuto un gesto necessario per seguire le evoluzioni del mercato e sfruttarne le potenzialità. E’ l’Abc per iniziare ad ottenere la necessaria visibilità, rispettando i diktat del digital marketing grazie ai quali si possono identificare e raggiungere target sempre più specifici, oltre a scovare le nicchie più floride e promettenti.

WordPress, per iniziare

Uno strumento considerato essenziale per iniziare a muoversi nel vorticoso mondo della Rete è WordPress, ovvero un CMS open source che – nella sua configurazione basic – è gratuito.

Facile e intuitivo da utilizzare, il suo successo è divenuto ben presto planetario e trasversale.
Se inizialmente questo programma veniva utilizzato quasi esclusivamente dai blogger – per via dell’estrema semplicità di creazione e configurazione di un sito, perfetta anche per persone sprovviste di conoscenze informatiche – oggi è ormai divenuto una piattaforma molto apprezzata anche dalle aziende.
Queste ultime infatti lo sfruttano – specie quelle che si dedicano all’e-commerce, ma non solo naturalmente – per la realizzazione dei loro portali.

Personalizzazione estrema e gestione agevolata

Su piattaforma WordPress si potranno sviluppare una grande varietà di progetti, con la regia di una web agency di riferimento: blog e siti corporate, ma anche siti web istituzionali e portali di media e notizie.

L’interfaccia di backend per gli amministratori consente una gestione e pubblicazione agevole dei contenuti. Tra i molti punti di forza che caratterizzano l’offerta di WordPress c’è senza dubbio la grande varietà di temi e plugin all’interno della quale è possibile immergersi. Molti sono gratuiti, altri – con prezzi competitivi e spesso molto bassi – si possono acquistare per raggiungere un livello di personalizzazione estremo in fatto di layout.

Grazie a WordPress si possono facilmente impostare determinate pagine fisse e standard. Stiamo parlando di quelle dedicate alla panoramica sullo staff e quella sui contatti, ma anche delle pagine contenenti il portfolio e i progetti oppure ancora le news e le indicazioni “Dove siamo”.

Anche l’aggiunta di funzionalità è velocizzata: si possono inserire infatti fotogallery, form contatti e caroselli (ma non solo) con una facilità estrema. Sarà interessante sottolineare, sempre in tema di coinvolgimento degli utenti e di visibilità, che la gran parte dei temi offerti da WordPress offrono pure il supporto multilingue.

E’ possibile sviluppare dei siti che siano SEO friendly – grazie all’impiego di plugin specifici – per un migliore posizionamento nella SERP dei motori di ricerca.

 

Plugin, sicurezza e strategie di comunicazione

Abbiamo detto che WordPress è un CMS (acronimo di Content Management System) in grado di offrire molti vantaggi. Questo, però, ad ogni modo non rende la piattaforma assolutamente trasversale e adatta a interpretare le esigenze operative di qualsiasi progetto.
La possibilità che viene offerta di attingere a molti plugin, per implementare funzionalità varie e sempre diverse, non significa in automatico che simili operazioni siano semplici e veloci da attuare.

Procedere con l’inserimento di tanti plugin potrebbe innanzitutto finire col rallentare la fase di caricamento del sito, peggiorando la user experience. Inoltre, per quanto riguarda gli amministratori, anche la gestione del back office potrebbe farsi sempre meno intuitiva (specie per chi sia meno esperto e possieda scarse competenze gestionali in relazione a simili strumenti).
Tra gli aspetti da prendere in esame c’è poi quello legato al tema della sicurezza, di grande attualità soprattutto dopo il GDPR (General Data Protection Regulation) del maggio 2018 dedicato al tema del trattamento dei dati e della privacy.
Wordpress viene aggiornato in modo costante, ad ogni modo per i plugin può non esserci sufficiente tempestività e la mancanza di un test di compatibilità può creare problemi nella gestione del portale da parte degli utenti.

In generale, il consiglio è di utilizzare WordPress per strutturare il proprio modello comunicativo se c’è un budget contenuto all’interno del quale occorre restare, se non si sta cercando un particolare layout da utilizzare e le performance non rappresentano un elemento di assoluta primazia. Ad ogni modo è bene ricordare che, nonostante tra le caratteristiche chiave della piattaforma ci siano la facilità e l’autonomia di gestione del sito creato, in fase di strutturazione e sviluppo sono richieste competenze specifiche – per esempio in ambito grafico e in ottica SEO – per le quali è necessario rivolgersi al team di esperti della web agency.