13.09.2021

Email marketing automation: perché oggi è uno strumento indispensabile

L’email marketing automation permette l'invio automatico di mail personalizzate a seguito di alcuni eventi. Scopri perché è un potente strumento di marketing

Email marketing automation: perché oggi è uno strumento indispensabile

Quando si tratta di creare contenuti per i blog e i social media l’automazione può spaventare. Il motivo sta nel fatto che si rischia di perdere in originalità e quel tratto distintivo che rende unica l’attività nel suo genere. Ci sono, tuttavia, degli strumenti che permettono di semplificare la vita che non vanno in contrasto con questo tipo di comunicazione. Tra questi c’è l’email marketing automation, un sistema che permette di programmare, inviare, gestire tutti i messaggi di posta elettronica verso una lista di contatti.

Perché scegliere l’email marketing automation

L’email marketing automation è diventato oggi un imprescindibile strumento di email marketing e uno strumento fondamentale, in generale, per fidelizzare i clienti e assicurarsi che non abbandonino l’azienda.

L'email marketing automation funziona attraverso software che suggeriscono di fare azioni specifiche, ovvero l’invio di contenuti via e-mail nel caso si verifichino determinate condizioni. Niente di più semplice.

Allo stesso tempo si tratta di un mondo piuttosto ampio in cui orientarsi non è facile, vista la varietà di situazioni in cui si interagisce con i clienti.
Un’agenzia di comunicazione permette di sviluppare la strategia di email marketing automation più efficace, avendo le competenze per organizzare questi software al meglio.

 

Trovare clienti, fidelizzare clienti

L’email marketing automation è una strategia di inbound marketing efficace. Che cosa significa? Che permette di attirare clienti verso il brand e farli diventare contatti, clienti e infine promotori. Il tutto grazie a contenuti di qualità che però devono essere inviati in maniera mirata. Qui entra in gioco l’email marketing automation, che invia il messaggio giusto alla persona giusta nel momento esatto. Non c’è cosa peggiore, del resto, di inviare un buon contenuto a una persona che però non è indicata oppure di farlo con un tempismo inopportuno. L’email marketing automation attua tutto questo, evitando di farsi percepire come una fonte di disturbo.

Sostanzialmente, non è altro che un’attività di lead nurturing. Si tratta dell’invio automatico di contenuti mirati a lead, prospect (potenziali clienti), e clienti in ogni fase del processo di acquisto. La logica è quella del funnel di contenuti, una sorta di imbuto dove i messaggi sono inviati a seconda del posizionamento della persona. Andiamo nel dettaglio:

  • Lead. Le mail che vengono mandate devono tenere conto che il cliente ha dimostrato interesse verso il brand, lasciando i suoi contatti e dimostrandosi disponibile all’interazione. Si può andare avanti con contenuti non solo informativi ma anche commerciali.
  • Prospect. Si tratta di un potenziale cliente e quindi la mail saranno informative. L’obiettivo della mail è quello di destare curiosità sul brand. Possono anche essere incluse iniziative promozionali.
  • Clienti. La persona ha già acquistato più volte, le abitudini di consumo sono ormai conosciute. La mail ha come obiettivo quello mantenere attivo il cliente, aggiornandolo sulle novità e sulle proposte rispetto ai suoi interessi.

Agire su questi tre livelli è indispensabile per migliorare la propria situazione di bilancio aziendale. Un traguardo che dovrebbe essere sempre una priorità dell’azienda. La persona che dimostra interesse verso il brand viene, quindi, monitorata efficacemente ed accompagnata in tutte le sue fasi. La conseguenza positiva è quella di riuscire ad accorciare la distanza tra chi invia il messaggio e chi lo riceve, ottimizzando la risposta all’acquisto. Il tutto grazie a uno strumento di automatizzazione inserito all’interno di una strategia di contenuti mirati.

In sintesi, l’email marketing automation consente di ottenere questi risultati:

  • Incremento dell’attività commerciale e riduzione delle spese di marketing.
  • Crescita del numero di lead e, parallelamente, del numero delle conversioni,con percentuali che possono superare il 70%.
  • Incremento dell’intercettazione dei prospect.
  • Efficienza e risparmio di tempo.
  • Chi utilizza l’email marketing automation ha tassi di conversione decisamente più alti rispetto a chi non lo utilizza.

Come utilizzare l’email marketing automation

Sono diverse le azioni che si possono fare con l’email marketing automation per tenere sempre in alto l’attenzione del cliente, o potenziale tale, sul proprio brand. Vediamone alcune:

  • Email di benvenuto. È la prima azione dell’email marketing automation ed è il messaggio che viene inviato ad ogni nuovo utente che si iscrive.
  • Email transazionali. Sono inviate di solito in automatico dal sistema, in seguito a un’azione ben precisa dell’utente, ad esempio l’iscrizione alla newsletter o il riepilogo di un determinato acquisto online.
  • Le email possono contenere consigli, idee e persino contenuti digitali in omaggio. Tutti modi per fidelizzare la persona senza disturbare.
  • Email di riavvicinamento. Un modo discreto per riprendere il contatto con un cliente che non si fa vivo da un po’. Fondamentale il tono del messaggio che è importante sia elegante e non prorompente; si può allettare la persona con un bonus.
  • Una pratica particolarmente diffusa quanto apprezzata da chi la riceve è quella di inviare una mail nel giorno del compleanno. Può contenere gli auguri ed eventualmente un omaggio, ad esempio uno sconto nel caso di acquisto sia in negozio sia in e-commerce.
  • Inviare contenuti che abbiano una regolare cadenza temporale, dei consigli periodici. La persona si abitua a riceverli si aspetta l’arrivo della mail, la inserisce all’interno della routine quotidiana.
  • Email event triggered. In caso di evento, l’email marketing automation diventa uno strumento davvero efficace perché permette non solo di far sapere ai propri contatti che c’è ma anche di pubblicizzarlo attraverso una promozione per chi si iscrive per primo. È importante che le email vengano inviate anche dopo l’evento stesso, di modo da attivare nella persona il ricordo. L’email event triggered possono essere legate anche ad azioni particolari, come una scadenza o per cercare di convincere la persona a compiere un acquisto lasciato a metà.

Il contatto deve essere monitorato, guidato, alimentato di contenuti. Il tutto senza che questo appaia una forzatura ma diventi una prassi naturale. Il cliente deve sentirsi coccolato, non disturbato nella sua privacy. Non ci stancheremo mai di ricordarlo: l’obiettivo dell’email marketing è quello di convertire e/o fidelizzare l’utente.

Programmi di email automation

Per rendere possibile questo tipo di azioni è necessario disporre di un programma di email marketing automation. La qualità del software fa la differenza e permette di raggiungere un workflow personalizzato sulla base delle azioni dell’utente, schematizzando tutti i passaggi del flusso che si è predisposto per i contatti.

I programmi attualmente più interessanti per quanto riguarda l’email marketing automation sono mailchimp, sendinblue e automizy.
Naturalmente hanno un costo, ma è un investimento che permette di raggiungere obiettivi importanti ed è necessario, vista l’imprescindibilità che ha assunto la pratica dell’email marketing automation.

  • Mailchimp è uno dei software più interessanti perché consente di realizzare diverse operazioni anche nella versione non premium, intraprendendo strategie di email marketing automation fino a 2.000 contatti. Un buon punto di partenza per iniziare.
  • Sendinblue è un programma che ha il suo punto di forza nella sua facilità d’uso. Aiuta a  lavorare con uno sguardo a 360° dal momento che contempla la gestione di newsletter, email commerciali e sms, monitorando il contatto nelle tre fasi di lead, prospect e cliente.
  • MailUp è tra gli strumenti avanzati di email marketing automation e offre un servizio personalizzato a seconda delle necessità dell’azienda. Si tratta di un software di esperienza decennale, è tra i più usati in Italia ed è apprezzato anche all’estero. Aleide è peraltro rivenditore di MailUp, per cui possiamo testimoniarne la flessibilità, semplicità efficacia e l'ottimo rapporto qualità/prezzo.

L’email marketing automation è uno strumento di automatizzazione che rende possibile trarre il massimo vantaggio dalle proprie conoscenze, le quali trovano realizzazione pratica nei contenuti. Non si sostituisce alla persona, che deve monitorare, pianificare, analizzare ma la aiuta a essere più efficiente. A raggiungere le persone nel miglior modo possibile.

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok