15.08.2022

I segreti per creare una newsletter di successo

La newsletter è uno strumento di Inbound Marketing ormai molto utilizzato per tenere informati i propri clienti sulle novità aziendali. Scopriamola insieme.

I segreti per creare una newsletter di successo

La newsletter è uno strumento di Inbound Marketing utilizzato sia nel mercato B2B sia in quello B2C. Si rivela efficace nella promozione di servizi e prodotti, aggiornando i clienti su tutto ciò che riguarda novità e offerte.

Con il boom di questa pratica il rischio che la mail non venga letta o persino cancellata è dietro l’angolo. Per questo creare una newsletter di successo risulta tutt’altro che semplice e allo stesso tempo necessario. In questo approfondimento ti proponiamo dei semplici consigli che sapranno renderla originale ed efficace.

Cos’è una newsletter?

Cominciamo col proporvi una definizione di newsletter. Si tratta di una e-mail inviata periodicamente a un gruppo di persone che hanno fornito i propri recapiti manifestando il desiderio di ricevere il contenuto.

I motivi che stanno a fronte di questo desiderio sono diversi e vanno dal semplice interesse, alla voglia di ricevere ulteriori informazioni, così come semplicemente per rimanere in contatto con il brand.

Si tratta di un consenso che viene accordato e che può essere nuovamente negato in qualsiasi momento, non presentando alcun vincolo. Qualora questo avvenisse, chi cura la newsletter presenta l’obbligo di rimozione del contatto dalla lista.

A livello pratico, la newsletter funziona in questo modo: il contenuto presenta un testo, delle immagini, un video nonché molte altre soluzioni ancora, tutte agganciate a link in uscita collegati in maniera diretta con una pagina del sito o dell’e-commerce. Negli ultimi anni i contenuti sono sempre più innovativi e di design, concepiti in maniera creativa e multimediale. Un punto di vista che è una vera e propria sfida per renderli il più possibile attrattivi.

Com’è nata la newsletter

La newsletter, in fondo, non è altro che un aggiornamento informativo realizzato con cadenza periodica. In tal senso le sue origini sono piuttosto antiche e risalgono niente meno che all’epoca romana, in cui ufficiali e amici rimanevano aggiornati attraverso un bollettino scritto a mano.

Una newsletter cartacea si trova anche nel Medioevo, sotto forma di scambi di informazioni tra le famiglie di mercanti. Il passaggio è breve da qui alla nascita dei giornali. I primi risalgono al Seicento e si tratta di un fenomeno ancora in auge, capace di evolversi in diverse forme con l’avvento della digitalizzazione: una di queste è proprio la newsletter così come la conosciamo oggi.

Il suo ideatore nel mondo online è stato Gary Thuerk, un dipendente della Digital Equipment Corp. Fu lui a inviare nel 1978 una mail a 400 destinatari, nota come la prima e-mail spam della storia, in grado di generare un guadagno di 13 milioni di dollari.

Per l’avvento dell’e-mail marketing è stato necessario aspettare il 1996, anno in cui Hotmail creò la prima posta elettronica mondiale. Se si considera l’evoluzione del mondo digitale, c’è voluto davvero poco tempo per ottenere una newsletter come la conosciamo oggi. Uno strumento adoperato da società, enti pubblici e privati, diffuso in tutti gli angoli del pianeta.

L’importanza della newsletter

La newsletter rappresenta una delle soluzioni principe del Digital Marketing, essendo un canale prezioso per generare traffico, non da meno dei motori di ricerca e dei social network.

I contenuti che si trovano realizzati sono di tipo informativo e contengono opzioni quali:

  • Informazioni e news rispetto al brand o al settore.
  • Promozioni sui prodotti e buoni sconto: possono essere sia quelli già creati per tutti, sia dedicati unicamente a coloro che aderiscono alla newsletter.
  • Argomenti che rimandano al blog o alle news.
  • Materiale gratuito come e-book, corsi aggiornamenti.
  • Contenuti multichannel o grafiche 3D.

La newsletter necessita di una programmazione per essere efficace: non è uno strumento da adoperare una tantum, anzi, è proprio in questo modo che perde la sua specificità diventando sterile, inutile e persino controproducente.

Il contenuto è necessario sia di qualità, in modo da rivelarsi appetibile e desiderato. Il rischio, diversamente, lo abbiamo già visto: è quello di trovarsi non letti o persino di portare l’utente a cancellarsi dalla newsletter.

Una newsletter realizzata efficacemente presenta due benefici principali: permette di conseguire un vantaggio rispetto agli altri competitors, è valida per coltivare il proprio bacino di utenti senza perderli per strada. La comunicazione è estremamente mirata rispetto al target di riferimento ed empatica. Mette nelle condizioni di una relazione privilegiata e per questo efficace.

Le caratteristiche di una newsletter efficace

Non esiste un solo modo per fare una newsletter di successo. Sono diverse le tipologie con cui questo strumento si trova declinato, a seconda del contenuto che si intende comunicare. I fattori principali da considerare sono:

  • Target. La newsletter va pensata partendo dai dati forniti dalle persone in fase di contatto. In tal senso risulta essenziale la fase preliminare, quella in cui si raccolgono i dati dei contatti forniti durante la compilazione del form: va strutturato per ottenere le informazioni davvero necessarie per poter poi sviluppare contenuti realmente mirati.
  • Personalizzazione. La newsletter è necessario venga personalizzata, impostata secondo un modo di scrivere originale e creativo, con contenuti sempre diversi e accattivanti.
  • Inviare la newsletter utilizzando software ad hoc. Sono diversi i programmi che permettono di inviare in maniera semplice e veloce la newsletter a più contatti contemporaneamente. Tra questi ci sono MailChimp, Smshosting, ActiveCampaign e Getresponse, solo per citarne alcuni. Quale scegliere? Dipende: la cosa migliore è testarli e poi predisporre quello più adatto caso per caso.

Altri elementi che è essenziale considerare quando si predispone una newsletter sono una concezione mobile first, ovvero impostata in primo luogo per essere fruita tramite i dispositivi mobile, e la periodicità: l’invio va impostato con una cadenza regolare, rispettata poi in maniera puntuale e rigorosa.

Le tendenze dell’e-mail design e alcune best practice

Uno dei siti più interessanti per quanto riguarda come creare una newsletter di successo è MailUp Academy, un hub innovativo specializzato nel Digital Marketing.

Per quanto riguarda la newsletter ha posto recentemente l’attenzione su uno degli elementi cruciali per la sua realizzazione: il design. Si tratta di qualcosa capace di generare più vendite, quando concepito in modo tale da risultare chiaro, leggibile e originale. Le tendenze più all’avanguardia? Sono diverse, da una preferenza per un layout minimale all’impostazione di grafiche 3D, nonché a un’integrazione sempre più multichannel.

La newsletter è qualcosa che ha radici lontane nel tempo, ma che risulta oggetto di importanti innovazioni. Restare aggiornati è indispensabile, come dimostra un articolo di MailUp Academy che propone alcuni consigli di e-mail marketing. Sono posti in forma di domanda, risultando così soluzioni da tenere a mente e da verificare ogni volta. Una sorta di promemoria su come rendere la newsletter efficace.

I vantaggi che consente una newsletter

In sintesi, possiamo affermare che la newsletter dovrebbe portare alla realizzazione dei seguenti obiettivi:

  • Fidelizzazione della clientela.
  • Miglioramento della brand awareness.
  • Miglioramento della brand reputation.
  • Aumento delle vendite e gestione efficace in un’ottica di Lead Generation.
  • Illustrare e sviluppare la brand identity.
  • Acquisizione delle informazioni rispetto al proprio target di riferimento, ad esempio attraverso l’invio di sondaggi. In questo modo si riesce a capire meglio come impostare le strategie di marketing.
  • Presentazione in anteprima dei nuovi sviluppi dell’azienda, compresi prodotti e servizi.

Non tutti questi fattori devono essere contemporaneamente centrati con la newsletter: è importante però stabilire quali già alla partenza, in modo da poterli sviluppare e misurare nel tempo.

Quando la newsletter è ben fatta, la persona avrà voglia di riceverla e non di cestinarla. Uno strumento capace di generare attesa e si sà, si tratta di un sentimento in grado di produrre attenzione. Qualcosa che permette al brand di distinguersi.

Conclusioni

Creare una newsletter non è semplice. Realizzarne una di successo lo è ancora di più. Per questo è importante una partnership con professionisti aggiornati sulle ultime frontiere del Digital Marketing e preparati come quelli si possono trovare in una web agency. La newsletter si rivela così una pratica da integrare in una strategia di marketing a 360 gradi e multicanale.