08.12.2020

Content marketing e pillar page: come creare un blog di successo

Grazie al blog, con una strategia di content marketing e con le pillar page, si possono avere benefici in termini di web reputation e SEO.

Content marketing e pillar page: come creare un blog di successo

Sappiamo bene quanto sia importante offrire info e contenuti di qualità agli utenti della Rete, che sono sempre in cerca di soluzioni e risposte a dubbi o curiosità. Vi è uno strumento che è in grado di rappresentare in questo senso un porto sicuro, un vero e proprio contenitore di informazioni in cui immergersi per trovare rapidamente ciò di cui si ha bisogno. Stiamo parlando del blog, che potrà essere personale oppure aziendale.   La struttura del blog è un’architettura complessa, per progettare la quale non è possibile lasciare niente al caso. C’è stato un tempo in cui il blog era un semplice diario, aggiornato in maniera costante e reso accessibile a un vasto pubblico. Oggi le cose sono molto cambiate e anche nel caso in cui vengano aperti e aggiornati per puro hobby, i blog restano pur sempre tematici e si specializzano nella trattazione di determinati argomenti (per esempio viaggi, moda e marketing ma non solo). L’obiettivo è quello di offrire spunti di riflessione, consigli e info a un pubblico sempre più profilato nell’ottica - a lungo andare - di trasformare questa passione in un lavoro vero e proprio.   Un blog rappresenta al giorno d’oggi uno strumento molto utile soprattutto per i professionisti e le aziende. Grazie ad esso, impostando una corretta strategia di content marketing, si potrà agire sulla web reputation, sempre nell’ottica di migliorarla e di informare correttamente le persone in relazione a determinati prodotti e servizi.

L’architettura del blog e l’importanza della pagina pilastro

Abbiamo accennato all’importanza di dare una corretta impostazione da un punto di vista strutturale al blog. In questo senso sarà necessario approfondire un concetto essenziale, ovvero quello di pillar page. Senza quest’ultima - che adesso esamineremo nel dettaglio - sarà impossibile costruire un blog di successo. Di che cosa si tratta? La traduzione letterale ‘pagina pilastro’ dice molto: è un contenuto articolato ed estremamente complesso, in grado di rispondere a una lunga serie di possibili quesiti da parte degli utenti in relazione a un certo argomento.   L’obiettivo della pagina pilastro è offrire, quindi, una panoramica esaustiva all’utente. Al suo interno, inoltre, sono presenti link ad altre pagine di contenuto che contribuiscono ad approfondire - di volta in volta - uno specifico aspetto. Ciò consente ai motori di ricerca come Google di mettere a fuoco la pillar page come contenuto di punta e autorevole, per ciò che concerne il tema trattato. Questo in ottica SEO è molto importante, poiché contribuisce a migliorare il posizionamento nella SERP (acronimo di Search Engine Results Page). Indagando le diverse sfaccettature di un determinato argomento, la pillar page assicura agli utenti di rimanere soddisfatti: in questo modo si agisce pure sul livello complessivo di user experience ed engagement.

La scelta dell’argomento e l’impostazione della pillar page

Per poter realizzare una perfetta pagina pilastro, oltre che sulla selezione di keywords delle quali gli utenti potrebbero andare in cerca, bisogna focalizzarsi sui quesiti che vengono posti quotidianamente su internet. Riuscire a definire l’argomento da trattare nella pillar page non è semplice come potrebbe sembrare. Naturalmente bisogna puntare su un tema che sia sufficientemente ampio da poter ospitare link a differenti pagine specifiche di approfondimento. E’ dunque evidente come non sia possibile procedere alla creazione di una pillar page a servizio di un blog lasciando tutto al caso e improvvisando. Il momento della scrittura, insomma, è l’atto finale di un più articolato percorso.   Come accennato, gli step clou nel percorso che conduce alla strutturazione di una perfetta pillar page a servizio di un blog sono:

  • individuazione dell’argomento principale, operazione che sarà possibile portare a termine partendo dalle necessità del pubblico target (problemi ricorrenti, dubbi e domande) in modo da offrire aiuto, consigli e supporto;
  • individuazione delle keywords, principale e correlate, che bisognerà inserire in maniera del tutto naturale all’interno del testo;
  • fase di scrittura, che presuppone una padronanza e una conoscenza approfondita dell’argomento oltre a una proprietà di linguaggio tale da rendere il testo facilmente comprensibile al pubblico target.

  E in che modo si struttura una pillar page? Per prima cosa occorre tenere presente che il contenuto dovrà stare tutto su una sola pagina del blog. Inoltre, dovrà riguardare una tematica legata a doppio filo all’azienda e al suo core business. Quella offerta dalla pillar page dovrà essere insomma una vera e propria guida il più possibile esaustiva, capace di rispondere ai dubbi e alle curiosità dell’utente target. Il testo dovrà essere sempre aggiornato, proprio nell’ottica di risultare autorevole e affidabile. E’ sempre bene sviluppare e realizzare più pillar page, in base a quelli che sono i prodotti e le tematiche care all’azienda che si vogliono affrontare nel blog.

 

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok