Lanciato nel 2016 abbastanza in sordina, negli ultimi due anni Tik Tok è diventato una vera potenza nell’ambito social, diventando la App del momento (specialmente tra giovani e giovanissimi) e posizionandosi stabilmente, a partire dai primi mesi del 2020, tra le applicazioni più scaricate al mondo.

Gli utenti Tik Tok sono in costante aumento e hanno permesso al social creato da Alex Zhu e Luyu Yang di superare piattaforme molto consolidate nel tempo come Twitter, Pinterest e Snapchat, cominciando a mettere nel mirino addirittura Facebook.

Le ultime rilevazioni vedono pari a 2 miliardi il numero di utenti Tik Tok a livello globale, con i soli Stati Uniti che contano 100 milioni di utilizzatori. E in Italia i numeri parlano di circa 8 milioni di iscritti.

A fronte di tutto ciò è facile intuire come Tik Tok rappresenti la nuova frontiera del marketing digitale perché non solo si può contare su numeri di tutto rispetto, ma soprattutto perché ora più che mai, per il proprio business, essere tra i primi a utilizzare con successo questa piattaforma potrebbe dare un vantaggio competitivo non indifferente in previsione del prossimo futuro, quando Tik Tok crescerà ancora di più in numero di contenuti e visualizzazioni.

Cosa è Tik Tok e qual è il suo target di utenti

Prima di capire come utilizzarlo al meglio, inserendolo in una strategia digitale di ampio respiro, scopriamo cosa è e come funziona Tik Tok.

TikTok è un’applicazione che permette agli utenti di registrare e condividere brevi contenuti video semplicemente utilizzando uno smartphone, come illustrato dalla ByteDance, l’azienda proprietaria dell’App:

TikTok è la piattaforma leader al mondo per quanto riguarda i video brevi. La nostra mission è diffondere nel mondo creatività, conoscenza e momenti importanti nella vita quotidiana. TikTok consente a tutti di diventare creators usando direttamente il proprio smartphone e si impegna a costruire una comunità che incoraggi gli utenti a condividere le loro passioni e ad esprimersi creativamente attraverso i loro video.

Rispetto ad altri social network Tik Tok è più immediato e intuitivo. Una volta effettuata la registrazione e l’accesso all’App verranno visualizzati i video di tendenza che saranno comunque in vista anche quando si cominceranno ad aggiungere gli amici con i loro video. La vera innovazione di questo social, che ha fatto impazzire i più giovani, sta nel fatto che un utente con un numero di follower limitato può senza problemi raggiungere un totale di visualizzazioni molto alto per i video che posta. Insomma, non importa essere un VIP o un influencer dagli innumerevoli seguaci per essere notato dagli altri su Tik Tok.

È questo uno dei motivi principali che ha consentito all’app di spopolare tra i giovanissimi, la cosiddetta “Generazione Z”, ovvero tutte le persone nate tra la fine degli anni ’90 e il 2010, pubblico che più di ogni altro riesce a sfruttare le potenzialità di Tik Tok costituendo una vera e propria cassa di risonanza sia per l’App che per i suoi contenuti.

Il passaparola, la spensieratezza, la leggerezza e gli stretti e numerosi contatti dei giovanissimi, sono il terreno fertile che permette a Tik Tok di prosperare e crescere sempre di più. L’obiettivo di Tik Tok è infatti quello di puntare sulla creatività e sulla libertà espressiva, caratteristiche che permettono agli utenti/creators di mostrarsi e interagire in maniera inedita rispetto agli altri social, con gli utenti più “prolifici” e più seguiti, ovvero gli influencer, capaci di generare anche milioni di visualizzazioni in poco tempo.

Campagne Tik Tok e utilizzo dell’influencer marketing

Appare dunque evidente che su Tik Tok è possibile creare delle vere e proprie campagne marketing di sicuro impatto per promuovere prodotti, servizi, artisti e tutto ciò che può interessare il target di utenti della piattaforma. Tantissime sono le aziende che stanno riversando su questo social investendo risorse e mettendo in piedi articolate campagne di influencer marketing grazie all’aiuto di personaggi celebri o utenti Tik Tok con milioni di follower.

Tik Tok rappresenta dunque un’ottima scelta se il pubblico di riferimento delle aziende e delle loro campagne è riferito a una certa categoria di utenti. Questo target, come già anticipato, è principalmente costituito da persone con età media inferiore ai 30 anni e che siano fidelizzati dal canale mobile (in pratica escludendo dal target gli utilizzatori social da PC per esempio). Quest’ultima caratteristica è comune anche agli altri social network, anche perché l’utilizzo del mobile sta diventando sempre più predominante rispetto agli altri device.

L’utilizzo del formato video, spesso declinato in situazioni divertenti e meme, deve essere il fulcro di ogni campagna marketing Tik Tok che vuole funzionare senza però rendersi ridicola. Il brand per avere successo deve sfruttare l’interazione con il pubblico a 360 gradi, offrendo prodotti e servizi (Tik Tok permette infatti di effettuare acquisti direttamente in-app) ma anche, e soprattutto, proponendo fonti di ispirazione agli utenti facendo scattare in loro l’emulazione, situazione che è alla base della viralità di un contenuto.

Quindi per tante aziende Tik Tok è un’opportunità irrinunciabile, a patto di restare fedeli alla natura, alle dinamiche e al target di riferimento della piattaforma.