30.08.2021

Youtube: quale direzione per le aziende?

Comunicazione visiva e video marketing: Youtube è un sistema semplice, di tendenza e non troppo oneroso per le aziende, per ottenere visibilità e vendere i prodotti.

Youtube: quale direzione per le aziende?

La comunicazione visiva è una delle componenti fondamentali di cui tenere conto nella strategia marketing dell’azienda. Una modalità antica e che ha conosciuto sviluppi diversi, partendo dalle arti visive, pittura su tutte, passando per il cinema e la televisione. Media ormai diventati storici ai quali se ne sono affiancati altri di tipo innovativo, i social, appunto, capaci di integrare tutto quello che l’uomo ha elaborato nei secoli fino alle innovazioni più recenti.

Inutile dire che la pandemia ha dato un’accelerata all’affermazione del mondo digitale e, ancora di più, di un social network ben preciso: Youtube. Una piattaforma non solo di tipo musicale, ma soprattutto video, con gli influencer particolarmente attivi e una comunicazione che ha proprio nel video il suo punto di forza.

Per un’azienda è imprescindibile non andare in questa direzione: quella di Google e dei suoi contenuti video e della realizzazione di prodotti mirati da proporre su Youtube. Un sistema semplice, di tendenza e non troppo oneroso se si considerano i costi necessari per realizzare, ad esempio, uno spot pubblicitario. Del resto quando si tratta di fare una strategia di marketing, web e non solo, le prime indicazioni sono quelle che provengono dai numeri. I quali, in fatto di fruizione video, parlano molto chiaro.

Alcuni dati sulla comunicazione video

Le abitudini sono cambiate profondamente nel biennio 2020-2021 e tra i dati più interessanti c’è quello della crescita esponenziale del consumo di video online, tendenza verso cui le  aspettative sono ancora positive. Per i professionisti del marketing si tratta di un’opportunità di non poco conto, soprattutto rispetto alle possibilità di implementare l’audience della propria azienda, un fattore di cui è ormai impossibile non tenere conto per posizionarsi sul mercato nel modo migliore.

In fatto di video il punto di riferimento è senza ombra di dubbio Youtube, piattaforma alla quale le persone si rivolgono per soddisfare le esigenze più diverse, dall’imparare nuove pratiche e competenze, diffusissimi i tutorial, all’ottenere consigli di lavoro o su come relazionarsi con gli altri in situazioni specifiche. Insomma, Youtube è uno strumento di infotainment che piace, grazie anche al fatto che si pone in una dimensione relazionale preferenziale tra il protagonista del video e chi lo guarda. Il suo linguaggio è necessariamente friendly, semplice, a tratti tecnico (ma non troppo), sempre empatico. Ed è questo anche il tipo di comunicazione che è bene ricerchino le aziende.

Youtube: parlano i numeri

Ma vediamo un po’ di dati, i quali dimostrano il successo di Youtube:

  • 2 miliardi. Questo il numero di utenti della piattaforma a livello globale.
  • 21 milioni gli italiani che usano Youtube ogni mese.
  • 35 minuti la media di tempo giornaliera trascorsa da un’italiano su Youtube.
  • Secondo uno studio che risale a dicembre 2019 è il social preferito dagli italiani, con 36,2 milioni di utenti contro i 35,9 milioni di Facebook. Un rapporto a 360° è quello che si può trovare su Datareportal (2019).
  • Il 79% degli utenti del web ha dichiarato di avere un account Youtube.
  • Il 78% degli addetti di marketing reputa Youtube la piattaforma più efficace per il video marketing.
  • Gli annunci su Youtube riscontrano più attenzione (62%) di quelli che passano in televisione (45%).
  • 42% degli utenti italiani su Youtube ha un’età compresa tra i 19 e i 44 anni.

Questi numeri indicano una strada precisa: quella di una crescita esponenziale di Youtube nei prossimi anni e, di pari passo, degli investimenti da parte delle aziende. Del resto i dati parlano forte e chiaro, e quelli di Youtube non sono i soli: come non pensare all’ascesa di TikTok, un social interamente basato sui video? I contenuti commerciali non possono essere oggi come domani che di questo tipo e la strategia di marketing li dovrà proporre sia nel breve sia nel medio-lungo periodo attraverso una programmazione accurata.

L’importanza di Youtube per il business

Youtube è uno dei fattori di successo del gruppo Google, da cui è stato acquistato per 1,65 miliardi di dollari. Un colpo di mercato importante che ha permesso al brand digitale statunitense di essere ancora più forte e visibile, rafforzando la sua immagine di punto di riferimento per tutti gli utenti, privati come aziende.

Youtube rappresenta per le aziende una vetrina importante con una comunicazione privilegiata e diretta, capace di incidere non poco di fronte alle perdite inevitabili che sono state riscontrate con la chiusura dei negozi durante lunghi periodi della pandemia da un lato e con le nuove opportunità aperte dall’e-commerce dall’altro.

Youtube è un modo attraverso cui il brand può illustrare alle persone le sue novità, fornire contenuti di approfondimento, collegarsi a influencer le cui azioni permettono all’azienda di avere visibilità. Lo ripetiamo: la formula è quella dell'infotainment, ovvero video accattivanti e allo stesso tempo densi di informazioni. Ma facciamo un esempio concreto.

I saldi sono, come le promozioni, un momento importante per le aziende, non solo quelle del settore abbigliamento. Youtube permette di dare, con i suoi video, visibilità alle occasioni che si propongono sul mercato accanto alle quali è bene riportare a breve le nuove uscite per incentivare l’acquisto a 360°. Perché è così funzionale? Per il semplice motivo che i risultati che si possono ottenere con una comunicazione efficace presentano un riscontro immediato.

L’azienda, con i video su Google ha l’opportunità di rilanciarsi sul mercato, trovando un nuovo posizionamento e avvicinandosi a nuovi clienti. Non a caso l’approccio di Youtube segue come filo conduttore il motto “Attract, Brand, Connect and Direct”, un approccio che vuole portare l’utente a interagire con l’azienda in soli 5 secondi attraverso un clic immediato sul sito. Supportando allo stesso tempo le sue piattaforme fisiche, facilitandone la ripartenza, con una comunicazione dove negozio online e in presenza vanno di pari passo.

Conclusioni

La comunicazione video per le aziende è un elemento imprescindibile, soprattutto su una piattaforma leader come quella di Youtube, che permette di raggiungere in maniera efficace un potenziale importante sia nel numero degli utenti sia per quanto riguarda loro azioni efficaci, a patto che i video siano cool e pensati nel dettaglio per risultare efficaci, nonché proposti con una scadenza adeguata che tenga conto del contesto circostante e di quanto organizzato dall’azienda.

Youtube è uno strumento che rende l’azienda competitiva anche dal suo mercato nazionale, potendo raggiungere senza ulteriori costi persone in tutto il mondo. Inoltre si inserisce nel settore di mercato più di tendenza in questo momento, l’e-commerce, senza togliere, allo stesso tempo, clienti ai negozi fisici ma, piuttosto, potenziandoli.

I suoi numeri, infine, parlano di una crescita che non conosce limiti, solo picchi ancora più alti e se tutti, brand importanti come piccole-medie imprese, stanno investendo il motivo è che i risultati ci sono, arrivano in fretta, e sono ben visibili.

Il marketing permette all’azienda di stare al passo con i tempi. Youtube e la comunicazione con Google Video sono  l’essenza del presente e, in previsione, del futuro. Sono una delle direzioni verso cui un brand non può non andare.

Altri articoli nella sezione "Digital Marketing"

Perché scegliere Pinterest per fare attività di comunicazione e marketing
Perché scegliere Pinterest per fare attività di comunicazione e marketing
CONTINUA A LEGGERE
Consigli di marketing per stare sul mercato ai tempi del Covid
Consigli di marketing per stare sul mercato ai tempi del Covid
CONTINUA A LEGGERE
Come usare Linkedin per trovare clienti
Come usare Linkedin per trovare clienti
CONTINUA A LEGGERE
Come usare Facebook per attirare clienti?
Come usare Facebook per attirare clienti?
CONTINUA A LEGGERE
Come realizzare il sito web di un centro estetico
Come realizzare il sito web di un centro estetico
CONTINUA A LEGGERE
Consigli per trovare clienti su Instagram
Consigli per trovare clienti su Instagram
CONTINUA A LEGGERE
Cinque domande per pianificare un progetto web
Cinque domande per pianificare un progetto web
CONTINUA A LEGGERE
Come trovare nuovi clienti: i 5 punti fondamentali
Come trovare nuovi clienti: i 5 punti fondamentali
CONTINUA A LEGGERE
Web & Hotel: Come fare promozione online all'albergo
Web & Hotel: Come fare promozione online all'albergo
CONTINUA A LEGGERE
Web marketing e pubblicità tradizionale: quali differenze?
Web marketing e pubblicità tradizionale: quali differenze?
CONTINUA A LEGGERE
Business, il nuovo approccio della "demand generation"
Business, il nuovo approccio della "demand generation"
CONTINUA A LEGGERE
Metriche social, quali monitorare?
Metriche social, quali monitorare?
CONTINUA A LEGGERE
Tik Tok: perché inserirlo in una strategia di marketing digitale
Tik Tok: perché inserirlo in una strategia di marketing digitale
CONTINUA A LEGGERE
Voice search e tecniche marketing: la ricerca Google si evolve
Voice search e tecniche marketing: la ricerca Google si evolve
CONTINUA A LEGGERE
Native advertising, cos’è e in che modo immerge l’utente nella pubblicità
Native advertising, cos’è e in che modo immerge l’utente nella pubblicità
CONTINUA A LEGGERE
Le regole del funnel marketing. Strategie per promuovere prodotti e servizi
Le regole del funnel marketing. Strategie per promuovere prodotti e servizi
CONTINUA A LEGGERE
Google Analytics, ma lo usate davvero?
Google Analytics, ma lo usate davvero?
CONTINUA A LEGGERE
L’importanza di investire oggi nella pubblicità per restare competitivi
L’importanza di investire oggi nella pubblicità per restare competitivi
CONTINUA A LEGGERE
Come organizzare eventi live in streaming e quali tool sfruttare
Come organizzare eventi live in streaming e quali tool sfruttare
CONTINUA A LEGGERE
Le regole del blog
Le regole del blog
CONTINUA A LEGGERE
Podcast marketing e narrazione digitale: ecco come sfruttarli
Podcast marketing e narrazione digitale: ecco come sfruttarli
CONTINUA A LEGGERE
Realtà aumentata in store: ecco il negozio del futuro
Realtà aumentata in store: ecco il negozio del futuro
CONTINUA A LEGGERE
Difendi il tuo negozio da Amazon: ecco come fare
Difendi il tuo negozio da Amazon: ecco come fare
CONTINUA A LEGGERE
Proximity marketing: guida al beacon per portare il web nella realtà
Proximity marketing: guida al beacon per portare il web nella realtà
CONTINUA A LEGGERE
Vendere a San Valentino: tieniti pronto anche al real time marketing!
Vendere a San Valentino: tieniti pronto anche al real time marketing!
CONTINUA A LEGGERE
Black Friday e shopping di Natale: hai una strategia per vendere online?
Black Friday e shopping di Natale: hai una strategia per vendere online?
CONTINUA A LEGGERE

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok